UN CASO DI PASSAGGIO GENERAZIONALE IN UN’AZIENDA ITALIANA DI ECCELLENZA

MR Costantino & Partners ospita da sempre studenti e giovani che si affacciano al mondo delle Risorse Umane, occupandosi della loro crescita professionale e della loro formazione.

Nell’anno accademico 2017/18 ha collaborato con la società Francesco Orlandini, uno studente del Master universitario di II livello in Organizzazione e Sviluppo delle Risorse Umane, organizzato dall’Università di Torino -dipartimento Scienze Umane- e da Aidp.

Il 24 luglio scorso è stata presentata e discussa la tesi legata al suo progetto di stage, dal titolo: “Azienda familiare e passaggio generazionale. Un caso aziendale nel settore enologico”. Questo caso di studio è il frutto di un intervento di cambiamento organizzativo effettuato in una Pmi piemontese di eccellenza dalla dott.ssa Maria Rita Costantino. La stessa ha svolto altresì il ruolo di correlatrice in sede di senato accademico.

MR Costantino & Partners ha maturato una lunga esperienza nel change management e nella pianificazione di processi di transizione generazionale.

Nell’elaborato presentato sono stati approfonditi due temi centrali dell’attuale economia italiana: l’azienda familiare e il passaggio generazionale.

L’85% circa delle aziende italiane sono a carattere familiare. Queste imprese hanno performance migliori delle altre tipologie d’impresa, sono più duttili, innovative e hanno retto meglio l’urto della crisi; solo il 10% di esse arriva però alla terza generazione. Inoltre il 25% dei leader aziendali hanno più di 70 anni. I dati descrivono una realtà vivace e in forte crescita. Nel trasferimento dei saperi tuttavia, molto può andare perduto in un contesto storico di grande discontinuità.

Si ritiene fondamentale, per un’azienda familiare, affrontare con anticipo il momento del passaggio generazionale. Imprese e famiglie dovrebbero affidarsi ad esperti esterni, privi di componenti emozionali legate alle dinamiche relazionali. Le statistiche ci dicono che tale pratica ha garantito la longevità di queste aziende.

Nella prima parte della ricerca sono passati in rassegna i contributi più recenti forniti dall’antropologia, dalla sociologia e dalla psicologia del lavoro.

Le persone interessate possono richiederci la consultazione di questo materiale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *